giovedì 11 luglio 2013

La pippa del Pippo

Il Pippo e la Pippa
"E non è pilatesca l'astensione, è un voto che dice che non si è d'accordo": basta leggere questa frase trovata ieri sul blog di Pippo Civati, da quasi vent'anni astro nascente del PD, in cui afferma che l'astensione è un voto, per capire che non c'è speranza. Per lui, non per il PD: a cui manca la L, come sostengono i M5S, ma non la M intesa come merda. Il post lo trovate qui, ed esprime ciò che il Pippo ha da dire sul vergognosa adesione del suo partito, peraltro scontata per chi lo conosce bene e quindi lo evita, alla richiesta di sospensione dei lavori parlamentari da parte del PDL allo scopo di far pressione sulla Cassazione che pretende di pronunciarsi sul processo Mediaset prima che scatti l'ennesima prescrizione in favore di Berlusconi. Il commento lo lascio ad Andrea Scanzi, che si limita a  chiamarlo il "Pippo Tentenna del PD" perché, come dice, lo stima trovandolo "bravo e onesto". E anche tanto pirla, aggiungo io, che invece non riesco proprio stimare uno che si candida perfino alla segreteria di un partito simile. Che mai e poi mai può rappresentare un cambiamento se non in peggio. Meglio una Pippa. Middleton.

2 commenti:

  1. Pippa, e (almeno) sai di chi parli...

    RispondiElimina
  2. Il "Pippero":
    http://www.youtube.com/watch?v=jaCzmryrPEM

    RispondiElimina